Il Brutto Anatroccolo

Nuova produzione 2019

 

“Che importa l’esser nati nel cortile delle anatre, quando si esce da un uovo di cigno?”

Ideazione, Coreografia, Regia: Patrizia Cavola – Ivan Truol

Con: Stefania Di Donato, Valeria Loprieno, Cristina Meloro, Marco Cappa Spina

Musiche Originali: Epsilon Indi

Costumi/Scene: Medea Labate – Arianna Pioppi

Disegno Luci: Danila Blasi

Illustrazione: Marta Stab

Produzione: Atacama

Con il contributo di:

MIBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Dipartimento Dello Spettacolo

Residenze: La Scatola Dell’Arte

 

Spettacolo per bambini, ragazzi, adulti

Lo spettacolo è ispirato alla fiaba danese di Hans Christian Andersen Il Brutto Anatroccolo, che ci aiuta a porre lo sguardo sul concetto di diversità e accettazione di se stessi e degli altri, sul superamento delle paure e vulnerabilità, sul valore insito in ogni essere umano a prescindere dal contesto sfortunato in cui possa venire a trovarsi. Ci racconta la migrazione e il viaggio che è costretto ad intraprendere colui che viene emarginato, perseguitato e decide di cercare un proprio posto nel mondo.
La storia ci aiuta a focalizzare che l’essere diverso può rappresentare una ricchezza e che attraverso un processo di trasformazione ci può condurre al compimento della nostra natura in tutta la sua bellezza e originalità.
La fuga e il peregrinare del brutto anatroccolo sono un esempio del coraggio possibile che lo spinge a non abbandonare la ricerca di sé stesso, della propria identità e di un proprio posto nel mondo.

Galleria

Produzione 2019

ATACAMA