Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Sine Tactu

21 Novembre

SINE TACTU

nuova produzione 2021

Ideazione, Coreografia, Regia, Luci: Patrizia Cavola – Ivan Truol

Con: Nicholas Baffoni, Marco Cappa Spina, Valeria Loprieno, Cristina Meloro, Camilla Perugini,

Musiche Originali: Epsilon Indi

Costumi: Milena Corasaniti

Videocreazione : Sergio De Vito

 

Organizzazione: Emanuela Mino

Amministrazione : Letizia Coppotelli

Ufficio Stampa/Comunicazione/Distribuzione: Theatron 2.0

Produzione: Atacama

Con il contributo di: MIC Ministero della Cultura

Regione Lazio

Residenze: La Scatola Dell’Arte

 

Il progetto coreografico Sine Tactu rappresenta il terzo passo parte del trittico ispirato

all’universo di Alejandro Jodorowski che come primo step aveva dato vita allo

spettacolo Galleggio, Annego, Galleggio, quindi a La Danza della Realtà, per trovare

compimento in questo nuovo progetto di creazione.

Tema centrale la complessità del vivere contemporaneo e la natura antica, ancestrale

dell’uomo che permane anche nella contemporaneità. In particolare Sine Tactu vuole

indagare sull’impatto che gli accadimenti unici e inaspettati del tempo presente che

stiamo vivendo, hanno e avranno sulla stessa natura umana. Su come plasmeranno il

nostro modo di essere nel mondo, di entrare o non entrare in relazione con gli altri

esseri umani. Guardare all’uomo nella contemporaneità non può prescindere dalla

nuova situazione di emergenza pandemica che ha introdotto in tutti noi un’incertezza

e uno smarrimento legato alla sensazione di perdita di controllo sulle nostre vite e

sulla nostra possibilità di pianificare, progettare, costruire. All’improvviso il modello

esistenziale che percorrevamo sembra non essere più adatto a garantire la nostra

sopravvivenza. Le nuove regole che ci portano al distanziamento, all’isolamento,

all’evitare i contatti, l’impossibilità e il pericolo del “toccare” in che modo

trasformeranno noi e il nostro sentire? Sarà per sempre o temporaneo? Che ricaduta

ha e avrà tutto questo sulla creazione artistica e sulla pratica del danzare? La danza è

corpo, contatto, è relazione profonda, intima, fiducia. Come si esprime il corpo in un

habitat di pericolo, diffidenza, separazione? E sopratutto che spazio occupa il corpo in

un mondo che sposta sempre più il piano di azione in un “oltremondo” leggero, veloce,

immateriale, una copia digitale del mondo? (The Game Alessandro Baricco) E con che

peso? La creazione vuole indagare sulla relazione tra i corpi dei danzatori in scena e

la loro immagine proiettata attraverso l’uso di telecamere in diretta e di contributi

virtuali e video.

Dettagli

Data:
21 Novembre
Categoria Evento:

Luogo

Sala Teatro Vittoria
Corso Vittoria Colonna
Marino, RM 00047 Italia
+ Google Maps
Telefono:
339 764 4907
Sito web:
https://www.facebook.com/salateatrovittoria/